Print this page

Secondo un’inchiesta condotta da Panorama Economy, non tutte le imprese italiane hanno assistito ad una brusca frenata nella crescita, anzi, per alcune di loro il bilancio di fine anno è decisamente positivo; le Officine Leoncini e C. è una di queste.

In un momento in cui il mercato dell’industria nazionale sta vivendo un periodo di grossa crisi, l’Azienda Ternana ha dovuto potenziare la sua presenza estera, attiva già da diversi anni, facendo affidamento su consolidati processi innovativi, dinamici e tecnologici, che, in un momento di stallo generale, le stanno permettendo di acquisire nuove ed interessanti commesse.
Questa proattività ha traghettato l’Impresa Umbra oltre i confini europei, facendola approdare addirittura in Russia, dove realtà italiane specializzate nei settori metalmeccanici sono molto richieste dal momento che rappresentano garanzia di qualità ed affidabilità. Il successo di queste scelte, sostiene l’amministratore delegato Sig. Mariano Leoncini, è da attribuirsi oltre che alla comprovata esperienza nei vari settori in cui opera l’Azienda, anche ad un management dinamico e creativo che è riuscito ad adattarsi rapidamente e con consapevolezza alle nuove necessità del mercato estero, dando dimostrazione di grandi capacità di “problem solving” in contesti in cui i problemi logistici rappresentano per alcuni barriere invalicabili, ostacolando l’ascesa ai mercati emergenti.
L’azienda, nata come realtà specializzata in costruzioni metalliche ed impianti tecnologici, in quasi 25 anni di attività ha saputo consolidare, diversificando il proprio know how ed è riuscita ad emergere  in molteplici settori produttivi, che vanno dalla progettazione e realizzazione di impianti automatici di movimentazione per l’industria alla realizzazione di apparecchi a pressione di grandi dimensioni e di impianti AMIS (abbattimento mercurio ed idrogeno solforato) per conto Enel Green Power, società del gruppo Enel.  Proprio con quest’ultima è riuscita a stringere un rapporto di collaborazione duraturo e ad acquisire prestigiose commesse presso le principali centrali Enel sia nazionali che estere. Tra queste è da annoverare per la sua importanza il lavoro che l’Azienda sta svolgendo, ormai da tre anni,  presso la Centrale Nucleare di Mochovce (Republica Slovacca) dove, l’indiscussa professionalità dimostrata dalla Leoncini, ha portato l’Enel ad affidarele nuovi ed ambiziosi progetti. Nel 2010 infatti è stata costituita una società in Slovacchia,  la Leoncini SK, grazie alla quale  si è potuto incrementare notevolmente il fatturato acquisendo commesse impegnative che hanno richiesto tutta la competenza e la professionalità dello staff.  L’attività attualmente in essere presso la Centrale Nucleare Slovacca si incrementerà ulteriormente  grazie all’ acquisizione di ulteriori commesse che impegneranno la Leoncini SK almeno fino al 2016. La Società sarà infatti impegnata nella costruzione delle barriere di “protezione antiaeree”  (strutture atte a garantire la sicurezza dello strategico sito energetico), degli “Stop Logs” (paratie per i canali di adduzione dell’acqua), del “Pipe-Line” (all’interno dell’area convenzionale) e di due ulteriori serbatoi per acqua Borata, resisi necessari a seguito delle nuove normative di sicurezza, adottate dopo l’incidente avvenuto nella centrale di Fukushima (Giappone).
Proprio quest’anno, forti ormai dell’esperienza acquisita all’estero (Bahrain, Belgio e Slovacchia) è stata costituita una ulteriore società: la Leoncini Ural (capitale 100% Leoncini Italia) che, insieme alla sorella Leoncini SK, sotto il controllo della Società Italiana, rappresenteranno il “core business” delle Officine Leoncini.
Le attività nella Federazione Russa saranno svolte inizialmente presso la centrale di Reftinskaya, centrale a carbone più grande al mondo con 3800 megavatt di potenza installata. La centrale è di proprietà della OGK 5 (gruppo Enel) ed é situata a 100 Km a sud della città di Ekaterinburg (regione degli Urali), terza città russa per estensione e prima città industriale del paese, candidata numero uno ad ospitare l’EXPO 2020. La commessa, con un programma di realizzazione stimato fino al 2021, prevedrà inizialmente un refurbishment dell’Unità “U7”, finalizzato all’ambientalizzazione della stessa e ad un  miglioramento della sua efficacia produttiva di circa il 10% e, successivamente, la realizzazione  di altre 8 Unità per la realizzazione di impianti di riscaldamento e trattamenti delle acque nelle province limitrofe. La Leoncini, forte dell’esperienza pregressa maturata in questi settori, collaborerà con il colosso energetico Italiano sicuramente per i prossimi anni.
Nonostante il periodo difficile che sta attraversando il nostro paese, la Leoncini è impegnata anche in Italia su diversi fronti. Oltre ai lavori svolti presso le centrali geotermiche Enel Green Power situate tra le colline senesi e grossetane, l’Azienda ha sigillato un accordo con la Società Genera SPA per la realizzazione di importanti impianti a biomasse da installare su tutto il territorio nazionale. Sempre per Genera, nel campo delle rinnovabili, è stato appena terminato con successo un primo importante impianto fotovoltaico di quasi 10 MW nell’ est Europa e si sono creati interessanti presupposti per realizzarne di nuovi. Oltre all’impegno nel campo delle energie rinnovabili, prosegue la realizzazione di impianti automatici di movimentazione per l’industria, che danno seguito al successo ottenuto dalla Leoncini con il “T-Glass” . Tale impianto, unico in Italia in grado di separare dalle campane di raccolta il vetro bianco dal colorato, ha offerto alla Società l’ opportunità di collaborare con importanti aziende municipalizzate per la realizzazione di impianti similari. Il “T-Glass”, è attualmente in funzione in una importante vetreria umbra ed alimenta le proprie linee di produzione con oltre l’80% materiale di recupero (pronto al forno), questo consente una significativa riduzione dei costi di produzione e nelle immissioni di Co2.
Il know-how acquisto in questo ultimo quinquennio nell’ambito di impianti per la selezione di vetro “pronto al forno”  ha permesso all’Azienda di aggiudicarsi un importantissima commessa per la quale dovrà realizzare, entro il prossimo semestre, un impianto “chiavi in mano” per la municipalizzata milanese Amsa, del gruppo A2A. Il cantiere aprirà i battenti il prossimo mese e vedrà impegnate diverse Aziende e Brend Italiani ed esteri, impegnati sia come subappaltatori che fornitori, tutti coordinati da un unica direzione, quella delle Officine Leoncini. L’impianto rappresenterà l’ennesimo fiore all’occhiello per l’Azienda umbra, che  potrà vantarne il patrocinio asclusivo.
Le Officine Leoncini sono state in grado di acquisire lavori di tale prestigio oltre che per l’indiscussa professionalità e capacità produttiva della struttura, anche grazie alle numerose certificazioni di cui è in possesso che garantiscono l’effettiva competenza in molteplici ambiti, oggi sempre più richiesti in un periodo in cui finalmente si è dato alla sicurezza il giusto valore.

Ufficio Stampa Officine Leoncini e C.